Vivi Esperienze Autentiche

Soggiorna Local con gli Host del Territorio

Noleggia un Automobile, e vivi il territorio

Di cosa parleremo in questo articolo:

Prodotti Tipici Salentini. La Guida: Quali sono e dove trovarli, Ricette. Un Viaggio tra Sapori e Tradizioni Antiche del Salento

Indice

OFFERTE 2024

Sei nel posto giusto, continua la lettura 🙂

Prodotti tipici Salentini: Il Salento, una splendida zona della Puglia che si estende fino alla punta estrema del tacco d’Italia, offre una varietà di prodotti tipici che rappresentano la sua deliziosa cucina. La regione è conosciuta per i suoi piatti semplici, genuini e gustosi, che utilizzano ingredienti freschi e di stagione.

Acquista prodotti tipici Salentini online

Scopri l’autentico sapore del Salento con l’acquisto online di prodotti tipici salentini: un viaggio culinario a portata di click. Clicca Quì

Se stai pianificando una visita al Salento o semplicemente vuoi assaporare i suoi sapori a casa tua, continua a leggere per scoprire i prodotti tipici salentini.

In questo Articolo conoscerai tutto quello che c’è da sapere sui prodotti tipici Salentini

Se siete amanti del buon cibo e delle tradizioni, il Salento è sicuramente una meta da non perdere. Questa terra, situata nel sud-est della Puglia, è ricca di piatti gustosi e genuini, frutto dell’incontro tra la cultura culinaria contadina e quella marinara.

prodotti tipici salentini

Tra i prodotti tipici salentini più famosi, troviamo il Pasticciotto leccese, le Orecchiette, pasta fresca a forma di orecchie piccole, tipica del Salento, che viene spesso condita con sugo di pomodoro fresco e ricotta forte. Ma la cucina salentina non si ferma qui: ci sono molti altri piatti e prodotti del luogo da scoprire e assaggiare.

In questo articolo vi parleremo dei prodotti tipici salentini più rappresentativi, sia dolci che salati, e vi faremo conoscere anche i prodotti sott’olio, tipici della tradizione conserviera di questa terra. Inoltre, vi daremo qualche suggerimento su dove gustare questi piatti durante una visita al Salento.

Quali sono i migliori prodotti Tipici Salentini?

  1. La uliata o vuliata – una specie di panino con farina di grano condito con olive verdi o nere. fa parte della tradizione tipica del Salento
  2. Lu pizzu o Simedda – Impasto di farina di grano con zucchine, olive, cipolle, pomodorini, pomodori secchi ed erbe aromatiche.
  3. Gli strascinati – la tipica pasta di Salentina della tradizione Pugliese
  4. Pasticciotto lecceseIl pasticciotto leccese è un dolce dalla forma tonda o ovale, preparato con pasta frolla croccante e un ripieno cremoso di crema pasticcera. Viene spesso servito a colazione, insieme a un caffè.
  5. I Taralli Pugliesi e i tarallini Salentiniprodotti da forno preparati con un impasto a base di farina, acqua, vino bianco e olio extravergine.
  6. Rustico lecceseIl rustico leccese è un’altra specialità salentina molto apprezzata. Si tratta di una sfoglia ripiena di mozzarella, pomodoro e besciamella, cotta in forno e servita calda.
  7. FrisellaLa frisella è un pane duro, a forma di ciambella, che si può ammorbidire in acqua e condire con pomodoro e olio. È un piatto tipico dell’estate, fresco e leggero.
  8. Purè di faveIl purè di fave è una zuppa a base di fave secche e verdure, come patate, carote e sedano. Viene spesso servita con cicoria fresca e olio extravergine d’oliva.
  9. OrecchietteLe orecchiette sono la pasta fresca tipica del Salento, dal caratteristico profilo concavo. Si possono condire con sugo di pomodoro fresco, ricotta forte, cime di rapa o gamberi.
  10. Lampascioni I lampascioni sono una specie di cipolla selvatica che si usa per preparare contorni e insalate. Hanno un sapore delicato e leggermente dolciastro.
  11. Ciceri e triaI ciceri e tria sono un piatto a base di pasta fatta in casa e ceci, che viene condita con un soffritto di cipolla, pomodoro e peperoncino.
  12. Pittule Le pittule sono una sorta di frittella a base di pasta lievitata fritta, che si possono gustare sia dolci che salate
  13. Ricotta Forte: Nel contesto della ricca tradizione casearia pugliese, spicca la Ricotta Forte, uno dei prodotti più celebri della regione, caratterizzato da un sapore intenso e deciso con un pizzicante retrogusto.

I Prodotti Salentini

Il Salento è una regione ricca di prodotti tipici, che variano dalla pasta fresca, ai dolci e ai prodotti sott’olio. Tra i piatti più conosciuti ci sono il pasticciotto leccese, una torta a base di pasta frolla ripiena di crema pasticcera, le orecchiette, una pasta fresca a forma di orecchie piccole, e i lampascioni, una cipolla selvatica che viene usata per preparare contorni e insalate. Altri piatti famosi sono il purè di fave, una zuppa a base di fave secche e verdure, e i pittule, una sorta di frittella a base di pasta lievitata fritta.

Quali prodotti tipici portare a casa dopo una vacanza in Salento?

Se stai cercando prodotti tipici pugliesi da portare a casa come souvenir gustosi e autentici, il Salento offre una varietà di delizie locali che puoi acquistare comodamente da uno shop online di prodotti tipici pugliesi o salentini, sicuramente soddisferanno il tuo palato. Oltre alla puccia, uliata, orecchiette, strascinati, taralli e tarallini, frise e friselline, cupeta e cacioricotta, ci sono altri prodotti che vale la pena conoscere:

  1. Vino: La Puglia è rinomata per i suoi vini pregiati, come il Primitivo di Manduria e il Negroamaro. Assicurati di portare a casa una bottiglia o due di questi vini rossi robusti e aromatici.
  2. Olio d’oliva: La Puglia è la principale regione produttrice di olio d’oliva in Italia. Scegli una bottiglia di olio extravergine d’oliva pugliese per arricchire i tuoi piatti con il suo sapore intenso e fruttato.
  3. Formaggi: Tra i formaggi pugliesi più rinomati ci sono il burrata e il caciocavallo. La burrata è un formaggio fresco e cremoso con un cuore filante, mentre il caciocavallo è un formaggio a pasta filata dal sapore caratteristico.
  4. Dolci tradizionali: Non puoi lasciare il Salento senza assaggiare i dolci tipici come i pasticciotti, le cartellate (o “carteddate”), le zeppole di San Giuseppe e le pittule dolci. Sono delizie irresistibili che rappresentano la tradizione dolciaria salentina.
  5. Prodotti di pesce: Essendo una regione costiera, la Puglia offre una grande varietà di prodotti ittici. Se sei un amante del pesce, assicurati di acquistare conserve di tonno o alici sott’olio, che sono ottimi per creare antipasti gustosi.

Prodotti tipici del Salento sott’olio

Oltre ai piatti tipici, il Salento è anche famoso per i suoi prodotti sott’olio. Tra i più noti ci sono le melanzane sott’olio, i pomodori secchi sott’olio e i peperoni sott’olio. Questi prodotti vengono preparati con ingredienti freschi e di alta qualità, conservati in olio d’oliva con erbe aromatiche e spezie. Il risultato è un sapore intenso e delizioso che può essere gustato in molti modi diversi.

E’ importante sottolineare che la conservazione dei prodotti tipici salentini sott’olio avviene in modo completamente naturale, senza l’aggiunta di conservanti chimici. Questi prodotti sono spesso utilizzati come antipasti o come contorni per piatti di carne o pesce. Inoltre, sono ottimi per la preparazione di piatti estivi, come le insalate o le bruschette.

Se sei un appassionato di cucina e vuoi provare a preparare i prodotti tipici salentini a casa, puoi trovare molte ricette online che ti aiuteranno a realizzare questi piatti con successo. Inoltre, se hai la fortuna di visitare il Salento, potrai assaggiare questi prodotti in molti ristoranti e agriturismi della zona.

olive salento

I Prodotti tipici Salentini, un viaggio nei sapori del Salento e della Puglia

Gli ingredienti della tradizione Salentina

Gli ingredienti base di questi prodotti sono l’olio d’oliva, l’aglio e il sale, ma possono essere arricchiti con altri aromi come il peperoncino, l’origano, il prezzemolo e il basilico. Ognuno di questi ingredienti conferisce un sapore unico ai prodotti sott’olio e li rende particolarmente adatti a diverse ricette.

prodotti tipici salentini olive nere salento

Prodotti tipici salentini lecce

  • La melanzana sott’olio è uno dei prodotti più popolari del Salento. La melanzana viene tagliata a fette sottili, fritta e poi conservata in olio d’oliva con aglio e peperoncino. Questo prodotto si presta ad essere utilizzato in molte ricette come antipasti, contorni o per guarnire la pizza.
  • I pomodori secchi sott’olio sono un’altra delizia salentina molto apprezzata in tutto il mondo. Questi pomodori essiccati al sole sono conservati in olio d’oliva con aglio e basilico e sono perfetti per aggiungere un sapore mediterraneo alle insalate, alle bruschette o alle focacce.
  • Anche le olive sott’olio sono un prodotto tipico salentino molto apprezzato. Olive nere o verdi conservate in olio d’oliva con aglio e rosmarino sono un’ottima aggiunta a qualsiasi piatto, come insalate, pizza, pasta e carne.

In generale, i prodotti tipici salentini, sia freschi che sott’olio, sono un tesoro culinario che vale la pena scoprire. La loro bontà e varietà li rendono adatti a tutti i gusti e stili di cucina. Che tu sia un appassionato di cucina o semplicemente un amante del buon cibo, i prodotti tipici Salento sono sicuramente un’esperienza da non perdere.

cantina vinicola salento

Il Vino, prodotto tipico Salentino per eccellenza

Un altro prodotto tipico salentino molto apprezzato è il vino. La zona del Salento, infatti, è famosa per la produzione di vini pregiati, grazie alle condizioni climatiche favorevoli e alla presenza di vitigni autoctoni come il Negroamaro e il Primitivo.

Per quanto riguarda i vini, il Salento offre una grande varietà di tipologie, dai rossi corposi e tannici ai bianchi aromatici e freschi. Tra i rossi, spicca il Salice Salentino, prodotto principalmente con uve Negroamaro, mentre tra i bianchi troviamo il Verdeca, l’Aleatico e il Fiano.

Inoltre, il Salento offre anche una varietà di liquori e distillati, come l’amaro del Capo, il limoncello e il mirto. L’amaro del Capo è un liquore amaro a base di erbe aromatiche, tipico della zona di Otranto, mentre il limoncello e il mirto sono liquori dolci e profumati, ideali come digestivi.

prodotti tipici salentini bruschette pane e pomodoro salento

Quali prodotti Salentini gustare in vacanza?

  • Pane e pomodoro: una variante salentina della bruschetta, fatta con pane locale e pomodoro fresco, condita con olio d’oliva, sale e origano.
  • Pittule : Le pittule frittelle a base di pasta lievitata fritta. Si possono gustare sia dolci che salate
  • Pitta di patate: una focaccia fatta con patate, farina, lievito, olio e sale, cotta in forno e farcita con verdure, formaggio e carne.
  • Sagne ‘ncannulate: una pasta fresca fatta in casa a forma di tubo, tipica della zona di Bari, condita con sugo di pomodoro e ricotta forte.
  • Purè di ceci e baccalà: un piatto a base di purè di ceci e baccalà, tipico della zona di Lecce, servito con pane locale.
  • Sorbetto al melograno: un dessert fresco e leggero, fatto con succo di melograno, zucchero e acqua, servito con granita di limone.

Come organizzare una vacanza per assaporare i prodotti tipici Salentini?

  • Vivi un tour enogastronomico in Salento per scoprire i produttori locali e assaggiare i prodotti Salentini tipici della regione.
  • Acquista i prodotti tipici salentini  visita i negozi e le botteghe locali.
  • Prova a cucinare qualche piatto della tradizione salentina a casa vostra, utilizzando ingredienti freschi e di qualità.

Vendita prodotti tipici Salentini, Dove comprarli?

E’ possibile comprare i prodotti tipici del Salento nei mercati settimanali organizzati in molti paesi della zona. Tra i più famosi ci sono il mercato di Galatina, il mercato di Maglie e il mercato di Nardò. Questi mercati sono una grande opportunità per scoprire i prodotti tipici salentini e incontrare i produttori locali che offrono prodotti di alta qualità.

Questi prodotti sono un’esperienza culinaria unica e una testimonianza dell’antica tradizione culinaria della Puglia. La varietà dei piatti e dei prodotti offerti è sorprendente e il loro sapore intenso e autentico è capace di soddisfare anche i palati più esigenti. Se siete alla ricerca di un viaggio culinario nel Salento, non dimenticate di provare questi prodotti tipici locali e scoprire il loro sapore e la loro cultura unica.

prodotti tipici Salentini

Prodotti tipici Salento. Consigli:

  • Provate a visitare i mercati locali per scoprire i prodotti tipici salentini e incontrare i produttori locali che offrono prodotti di alta qualità.
  • Assaggiate la cucina locale nei ristoranti tradizionali per scoprire i piatti tipici salentini e la loro preparazione.
  • Partecipate a eventi culinari locali, come sagre e feste di paese, per scoprire la cultura e la tradizione culinaria del Salento.
  • Cercate di acquistare i prodotti tipici salentini dai produttori locali per sostenere l’economia locale e per garantire la freschezza e la qualità dei prodotti.
prodotti tipici salentini

Dove trovare i prodotti del Salento?

I prodotti tipici salentini ci sono molte aziende che offrono un vasto assortimento di prodotti sott’olio e dolci tipici del Salento. si possono trovare facilmente nei negozi di alimentari della zona. Inoltre, molti ristoranti offrono piatti tradizionali salentini, permettendo ai visitatori di assaporare la cucina locale. Per coloro che desiderano acquistare prodotti tipici salentini online,

Salento prodotti tipici: Suggerimenti:

Se vuoi approfondire la conoscenza dei prodotti tipici salentini, puoi partecipare alle numerose sagre che si svolgono in tutta la regione durante l’estate, dove potrai assaggiare i piatti tradizionali preparati da cuochi locali.

Inoltre, potresti considerare l’acquisto di prodotti tipici salentini online, in modo da poterli gustare anche a casa tua. Se vuoi scoprire il Salento in modo più approfondito, potresti organizzare un viaggio enogastronomico, visitando le aziende agricole locali, partecipando alle degustazioni di vini e olio, dove potrai acquistare prodotti tipici del Salento freschi e genuini direttamente dai produttori.

Migliori Prodotti tipici Salentini da forno

Ecco alcuni esempi di prodotti da forno tipici della cucina salentina:

  1. Friselle – crostini di pane tostato raffermo che vengono immersi in acqua e conditi con pomodoro, olio e sale, oppure con altri ingredienti come tonno, olive, capperi, etc.
  2. Taralli – biscotti salati a base di farina, olio e vino bianco, aromatizzati con peperoncino, finocchietto, cipolla o altri ingredienti.
  3. Puccia – pane tondo e piatto, simile alla focaccia, farcito con pomodoro, mozzarella, verdure, carne o altri ingredienti.
  4. Calzone – impasto di pizza ripieno di pomodoro, mozzarella, prosciutto, funghi, salsiccia, ecc.
  5. Pittule – frittelle di farina e lievito, spesso accompagnate con peperoni, cime di rapa, broccoli o altre verdure.
  6. Pasticiotto – dolce a forma di cestino ripieno di crema pasticcera o ricotta.
  7. Focaccia di patate – focaccia arricchita con patate lesse, olive, pomodoro, cipolla e altre verdure.
  8. Rustico – prodotto salato ripieno di mozzarella, besciamella, pomodoro e pepe.
  9. Cartellate – dolce natalizio a base di pasta frolla arrotolata e fritta, ricoperta di miele o vincotto.
  10. Zeppole – dolci fritti a forma di ciambella, ripiene di crema pasticcera, marmellata o cioccolato.
prodotti tipici salentini orecchiette fatte in casa prodotto tipico del salento

Come preparare i prodotti tipici salentini

Prodotti tipici pugliesi Lecce. Per preparare i prodotti tipici salentini è importante utilizzare ingredienti freschi e di stagione. Ad esempio, le orecchiette vengono fatte a mano con farina di semola di grano duro e acqua, mentre il pasticciotto leccese richiede l’uso di pasta frolla e crema pasticcera. La preparazione dei prodotti sott’olio è un po’ più complessa, ma può essere realizzata facilmente a casa propria seguendo le ricette tradizionali.

prodotti tipici salentini frisa o frisella salentina

Frisella, una sorta di pane duro che si può ammorbidire in acqua e condire con pomodoro e olio.

La frisella è una specialità tipica del sud Italia, in particolare della Puglia. Si tratta di un pane duro che viene cotto due volte per renderlo resistente all’umidità e alla muffa. Per gustarla, occorre ammorbidirla in acqua e poi condirla con pomodoro, olio e altri ingredienti a piacere. La frisella può essere utilizzata come base per preparare insalate, antipasti o come sostituto del pane in alcuni piatti. È un alimento molto versatile e dal sapore rustico, ideale per accompagnare piatti di carne, pesce o verdure. Grazie alla sua lunga conservazione, la frisella è un prodotto ideale anche per chi ama fare scorta di alimenti non deperibili.

Ecco alcuni usi e curiosità sulla frisella:

  • La frisella è spesso servita come antipasto in ristoranti della Puglia
  • È tradizionalmente consumata con pomodori freschi e olio d’oliva
  • Può essere utilizzata come base per preparare la “pappa al pomodoro” o la “panzanella”
  • La frisella può essere trovata in diverse varianti, come quella aromatizzata al finocchio o al peperoncino
  • È un alimento molto nutriente grazie all’utilizzo di farine integrali e alla cottura a bassa temperatura
  • La sua conservazione a lungo termine la rende un prodotto ideale per chi viaggia o per chi vive in zone con pochi negozi di alimentari.

Rustico leccese, una sfoglia ripiena di mozzarella, pomodoro e besciamella.

Il rustico leccese è un delizioso piatto della cucina salentina, noto per la sua croccante sfoglia ripiena di mozzarella, pomodoro e besciamella. Questa specialità pugliese è perfetta come antipasto o per un pasto veloce da portare in giro. Ecco una breve guida su come preparare il rustico leccese:

Ingredienti:

  • Pasta sfoglia
  • Mozzarella
  • Pomodoro
  • Besciamella
  • Sale e pepe nero
  • Uovo per spennellare

Preparazione:

  1. Taglia la pasta sfoglia in cerchi.
  2. Taglia la mozzarella a cubetti e il pomodoro a pezzetti.
  3. Mescola la mozzarella, il pomodoro e la besciamella e aggiungi sale e pepe nero a piacere.
  4. Metti un cucchiaio di ripieno al centro di ogni quadrato di pasta sfoglia.
  5. Chiudi la pasta sfoglia a triangolo e sigilla bene i bordi.
  6. Spennella la superficie dei rustici con l’uovo.
  7. Cuoci in forno a 200 gradi per circa 20-25 minuti o fino a quando la pasta sfoglia è dorata.

Il rustico leccese è un piatto semplice ma delizioso, perfetto per una serata informale con gli amici o per una cena veloce.

Il pasticciotto

Pasticciotto Leccese un dolce a base di pasta frolla ripieno di crema pasticcera.

Il pasticciotto leccese è un dolce tipico della città di Lecce, situata nel sud-est dell’Italia. Si tratta di un dolce a base di pasta frolla, ripieno di crema pasticcera profumata al limone e vaniglia. Esistono anche varianti al cioccolato o con l’aggiunta di amarene.

Il pasticciotto è generalmente consumato a colazione o a merenda, accompagnato da un caffè o un cappuccino. Questo dolce è molto apprezzato anche dai turisti che visitano la città di Lecce. Inoltre, è possibile trovare il pasticciotto anche in altre regioni del sud Italia, come la Puglia, la Calabria e la Sicilia. Il pasticciotto è diventato così famoso che esistono diverse pasticcerie che si sono specializzate nella sua produzione, sia nella versione classica che in varianti rivisitate e moderne.

Purè di fave, una zuppa a base di fave secche e verdure.

Il purè di fave è una zuppa tradizionale che ha origine nelle regioni mediterranee. Questa pietanza è a base di fave secche, che vengono bollite insieme alle verdure per creare una consistenza cremosa e vellutata. Il piatto è solitamente servito come primo piatto o come contorno.

Per preparare il purè di fave, è necessario seguire alcuni passaggi. In primo luogo, le fave secche devono essere messe a bagno per diverse ore per ammorbidirle. Successivamente, le fave vengono bollite in acqua salata insieme a cipolla, carota e sedano fino a quando non diventano tenere. Infine, il tutto viene frullato fino a ottenere una consistenza cremosa.

Il purè di fave può essere aromatizzato con spezie come il cumino o il pepe nero e può essere arricchito con l’aggiunta di formaggio fresco o erbe aromatiche come il prezzemolo. Questa zuppa è un’ottima opzione per un pasto vegetariano o vegano, in quanto è ricca di proteine e sostanze nutritive.

Il purè di fave è un piatto gustoso e sano, che può essere preparato facilmente con pochi ingredienti. Questa zuppa a base di fave secche e verdure è perfetta per coloro che cercano un’alternativa alle zuppe classiche e desiderano sperimentare sapori diversi.

orecchiette fatte in casa prodotto tipico salentino

Le orecchiette, pasta fresca a forma di orecchie piccole, tipica del Salento

Le orecchiette sono un tipo di pasta fresca molto diffuso in tutta la Puglia, ma in particolare nella zona del Salento. Questo piatto tipico della cucina meridionale italiana è molto apprezzato per la sua forma a conchiglia, che lo rende perfetto per raccogliere i sughi e le salse.

Ecco alcune curiosità sulle orecchiette:

  • Il nome “orecchiette” deriva proprio dalla loro forma, che ricorda quella delle orecchie piccole.
  • La lavorazione delle orecchiette è interamente manuale, e richiede molta esperienza e abilità da parte del pastaiolo per ottenere la forma perfetta.
  • Le orecchiette sono un piatto povero della tradizione contadina, e venivano preparate soprattutto nei giorni di festa o per celebrare eventi importanti.
  • In molte zone della Puglia, le orecchiette vengono ancora preparate a mano dalle donne del luogo, che tramandano questa abilità di generazione in generazione.
  • Le orecchiette si sposano bene con molti tipi di sughi, ma in particolare con i sughi a base di verdure, come le cime di rapa o le melanzane. Anche il sugo di pomodoro, semplice ma gustoso, è una scelta vincente per le orecchiette.
  • In alcune zone della Puglia, come ad esempio Bari, le orecchiette vengono spesso abbinati a cime di rapa e salsiccia, un piatto dal sapore intenso e deciso.

I lampascioni, una specie di cipolla selvatica che si usa per preparare contorni e insalate. 

Il lampascione, noto anche come “cipolla selvatica” o “cipolla di giarratana”, è una pianta erbacea tipica della Sicilia e della Puglia. Questa varietà di cipolla si utilizza soprattutto per la preparazione di contorni e insalate. In particolare, il lampascione è un ingrediente essenziale per la preparazione della tipica “frittata di lampascioni”, un piatto gustoso e saporito. Ma non solo: ecco alcuni modi per utilizzare il lampascione in cucina:

  • In insalata: tagliare il lampascione a cubetti e condire con olio, sale, aceto e prezzemolo;
  • In padella: cuocere i lampascioni in padella con olio e aglio, fino a renderli morbidi e croccanti;
  • In umido: preparare un soffritto con cipolla, pomodoro e peperoncino, aggiungere i lampascioni e cuocere fino a quando non saranno teneri.

Inoltre, il lampascione è una fonte preziosa di proprietà benefiche per l’organismo, grazie alla presenza di vitamine e minerali essenziali.

Ciceri e tria – un piatto a base di pasta fatta in casa e ceci.

Ciceri e tria è un piatto tipico della cucina salentina, in Puglia, che unisce sapientemente la pasta fatta in casa con i ceci, dando vita a un piatto gustoso e nutriente. Ecco come preparare i ciceri e tria in casa:

  • Preparare la pasta fatta in casa: impastare farina e acqua fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea, poi stenderla e tagliarla a strisce lunghe e sottili.
  • Preparare i ceci: ammollare i ceci in acqua fredda per almeno 12 ore, poi cuocerli in una pentola con acqua, aglio e rosmarino, fino a quando non saranno morbidi.
  • Cucinare la pasta: cuocere la pasta in acqua bollente salata, poi scolarla e saltarla in padella con olio, aglio e peperoncino.
  • Unire i ceci alla pasta: unire i ceci nella padella con la pasta, insieme ad un po’ del loro brodo di cottura, e farli insaporire insieme per qualche minuto.
  • Servire caldo: servire i ciceri e tria caldi, magari con una spolverata di pepe nero e una spruzzata di olio extravergine di oliva.

Questo piatto è ricco di proprietà benefiche per l’organismo, grazie alla presenza di carboidrati, proteine e fibre, oltre a vitamine e minerali essenziali come ferro e calcio.

pittule salentine

Pittule – una sorta di frittella a base di pasta lievitata fritta. 

Le pittule sono un piatto tipico della cucina pugliese, una sorta di frittella a base di pasta lievitata fritta in olio extravergine di oliva. Queste sfiziose pietanze sono solitamente consumate come antipasto o come spuntino veloce. Ecco come preparare le pittule in casa:

  • Preparare l’impasto: mescolare farina, lievito di birra, acqua e sale fino ad ottenere un composto morbido ed elastico. Lasciare lievitare l’impasto per almeno un’ora.
  • Formare le pittule: prendere un po’ di impasto con le mani e formare delle palline. Pressare leggermente le palline per formare delle frittelle tonde e piatte.
  • Friggere le pittule: in una padella dal bordo alto, scaldare abbondante olio extravergine di oliva e friggere le pittule fino a quando non saranno dorate e croccanti. Scolare le pittule su carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio.
  • Servire calde: servire le pittule calde, magari accompagnandole con una salsa fresca a base di pomodoro e peperoncino o con della ricotta fresca.

Le pittule sono una delizia per il palato, croccanti all’esterno e morbide all’interno. Inoltre, sono un alimento nutriente, grazie alla presenza di carboidrati e proteine. Tuttavia, essendo un piatto fritto, andrebbero consumate con moderazione, in abbinamento ad altre pietanze leggere e sane.

Cartellate, una sorta di frittole dolci a base di pasta frolla, miele e cannella. 

Le cartellate sono un dolce tipico della tradizione natalizia pugliese, a base di pasta frolla fritta, miele e cannella. Sono spesso servite come dessert o spuntino a base di carboidrati. Ecco come preparare le cartellate in casa:

  • Preparare la pasta frolla: impastare farina, burro, zucchero e uova fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Lasciare riposare l’impasto per almeno mezz’ora.
  • Stendere la pasta: stendere la pasta frolla con un mattarello, fino a raggiungere lo spessore di circa mezzo centimetro.
  • Tagliare la pasta: tagliare la pasta a strisce lunghe e strette, poi arrotolarle su se stesse per formare delle spirali.
  • Friggere le cartellate: in una padella dal bordo alto, scaldare abbondante olio di semi e friggere le cartellate fino a quando non saranno dorate e croccanti. Scolare le cartellate su carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio.
  • Condire le cartellate: in una pentola, scaldare il miele e la cannella, poi immergere le cartellate nel composto e farle riposare per qualche minuto.
  • Servire a temperatura ambiente: servire le cartellate a temperatura ambiente, magari spolverizzate con dello zucchero a velo.

Le cartellate sono un dolce molto gustoso e fragrante, ideale da gustare in occasione delle festività natalizie. Sono ricche di carboidrati e zuccheri, ma andrebbero consumate con moderazione, in abbinamento ad una dieta sana ed equilibrata.

Zeppole, dolci fritti a base di pasta di patate e zucchero. 

Le zeppole sono un dolce tipico della tradizione culinaria italiana, in particolare della cucina campana e pugliese. Si tratta di dolci fritti a base di pasta di patate e zucchero, spesso farciti con crema pasticcera o confettura. Ecco come preparare le zeppole in casa:

  • Preparare la pasta di patate: lessare le patate e schiacciarle con una forchetta o un passaverdure. Unire farina, uova, zucchero e lievito di birra, fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.
  • Far lievitare l’impasto: coprire l’impasto con un canovaccio umido e lasciarlo lievitare per almeno un’ora.
  • Formare le zeppole: prendere un po’ di impasto con le mani e formare delle palline, poi schiacciarle leggermente per ottenere dei dischetti. In alternativa, si può utilizzare una sac a poche per formare delle zeppole più regolari.
  • Friggere le zeppole: in una padella dal bordo alto, scaldare abbondante olio di semi e friggere le zeppole fino a quando non saranno dorate e gonfie. Scolare le zeppole su carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio.
  • Farcire le zeppole: farcire le zeppole con crema pasticcera o confettura, utilizzando una sac a poche o un cucchiaino.
  • Servire a temperatura ambiente: servire le zeppole a temperatura ambiente, spolverizzate con dello zucchero a velo.

Le zeppole sono un dolce molto goloso e versatile, perfetto da gustare in ogni occasione. Tuttavia, essendo un alimento calorico e ricco di zuccheri, andrebbe consumato con moderazione, in abbinamento ad una dieta equilibrata e sana.

Melanzane sott’olio, fette di melanzane conservate in olio d’oliva con aglio e peperoncino. 

Le melanzane sott’olio sono un’ottima conserva casalinga, perfetta per gustose ricette estive o per regali gastronomici fatti in casa. Ecco come preparare le melanzane sott’olio:

  • Tagliare le melanzane: lavare e tagliare le melanzane a fette sottili, di circa 1 centimetro di spessore.
  • Salare le melanzane: mettere le fette di melanzane in uno scolapasta e cospargerle di sale grosso. Lasciare riposare per almeno un’ora, in modo che perdano l’acqua di vegetazione.
  • Sciacquare e asciugare le melanzane: sciacquare le fette di melanzane sotto acqua corrente e asciugarle bene con un canovaccio pulito.
  • Friggere le melanzane: in una padella dal bordo alto, scaldare abbondante olio di semi e friggere le melanzane fino a quando non saranno dorate. Scolare le melanzane su carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio.
  • Conservare le melanzane: in un barattolo di vetro sterilizzato, mettere un po’ di aglio e peperoncino a pezzi, poi alternare le fette di melanzane e coprirle completamente con olio d’oliva.
  • Far riposare le melanzane: lasciare riposare il barattolo per almeno 24 ore, in modo che le melanzane assorbano bene il sapore dell’olio, dell’aglio e del peperoncino.
  • Servire le melanzane: le melanzane sott’olio sono ottime come antipasto, insalata o contorno, perfette da gustare in ogni occasione.

Le melanzane sott’olio sono un’ottima soluzione per conservare le melanzane in modo gustoso e saporito, perfette per esaltare il sapore dei piatti estivi o per creare regali gastronomici fatti in casa. Tuttavia, essendo un alimento molto calorico e ricco di grassi, andrebbe consumato con moderazione, in abbinamento ad una dieta equilibrata e sana.

pomodori secchi salento

Pomodori secchi sott’olio – pomodori essiccati al sole conservati in olio d’oliva con aglio e basilico. 

I pomodori secchi sott’olio sono un’ottima conserva casalinga, perfetta per esaltare il sapore dei piatti estivi o per creare regali gastronomici fatti in casa. Ecco come preparare i pomodori secchi sott’olio:

  • Lavare e tagliare i pomodori: scegliere dei pomodori maturi, lavarli e tagliarli a metà per il lungo.
  • Essiccare i pomodori: disporre i pomodori su una teglia ricoperta di carta forno e lasciarli essiccare al sole per almeno un giorno intero, fino a quando non saranno completamente asciutti.
  • Conservare i pomodori: in un barattolo di vetro sterilizzato, mettere uno o due spicchi d’aglio e qualche foglia di basilico fresco, poi alternare i pomodori secchi e coprirli completamente con olio d’oliva.
  • Far riposare i pomodori: lasciare riposare il barattolo per almeno 24 ore, in modo che i pomodori assorbano bene il sapore dell’olio, dell’aglio e del basilico.
  • Servire i pomodori: i pomodori secchi sott’olio sono perfetti come antipasto, condimento per la pasta, per il pane o per la pizza, in ogni occasione in cui si voglia aggiungere un tocco di sapore mediterraneo.

I pomodori secchi sott’olio sono un’ottima soluzione per conservare i pomodori in modo gustoso e saporito, perfetti per esaltare il sapore dei piatti estivi o per creare regali gastronomici fatti in casa. Tuttavia, essendo un alimento molto calorico e ricco di grassi, andrebbe consumato con moderazione, in abbinamento ad una dieta equilibrata e sana.

Acciughe sott’olio – acciughe sotto sale conservate in olio d’oliva con aglio e peperoncino. 

Le acciughe sott’olio sono un alimento molto popolare nella cucina mediterranea e si possono trovare in molte ricette tradizionali. Queste acciughe sono conservate in olio d’oliva, solitamente con l’aggiunta di aglio e peperoncino per dare un tocco di sapore in più.

Ecco alcuni elementi da considerare per la ricerca sulle acciughe sott’olio:

  • Metodi di conservazione: il processo di conservazione sott’olio protegge le acciughe dalla decomposizione, mantenendole fresche per lunghi periodi di tempo. Tuttavia, è importante considerare che l’olio può aumentare il contenuto calorico delle acciughe, quindi è consigliabile controllare le quantità consumate.
  • Valori nutrizionali: le acciughe sott’olio sono una fonte di proteine, vitamine (come la vitamina A e la vitamina D) e minerali (come il calcio e il ferro). Tuttavia, a causa del processo di conservazione, il contenuto di sodio può essere molto elevato.
  • Utilizzo in cucina: le acciughe sott’olio possono essere utilizzate in molti modi diversi, ad esempio per insaporire le insalate, per condire la pasta, per farcire le pizze o come ingrediente principale di antipasti e stuzzichini.

Le acciughe sott’olio sono un alimento gustoso e versatile che può arricchire molte ricette della cucina mediterranea. Tuttavia, è importante considerare i valori nutrizionali e le modalità di conservazione per una scelta consapevole e salutare.

In conclusione, i prodotti Salentini rappresentano un’eccellenza del territorio e della cultura locale. Sono piatti semplici ma gustosi, preparati con ingredienti di qualità e arricchiti dall’amore e dalla passione dei produttori locali. Se sei un appassionato di gastronomia o semplicemente vuoi scoprire nuovi sapori e tradizioni, non perdere l’occasione di visitare il Salento e assaggiare i suoi prodotti tipici e locali.

Tag

  • Prodotti tipici salentini lecce
  • Prodotti Salentini
  • Vendita prodotti tipici salentini
  • Salento prodotti tipici
  • Prodotti alimentari Salentini
  • Prodotti del salento

Approfondisci su Wikipedia

pasta con mollica di pane e verdure

Vivi Una Nuova Esperienza

Scopri Nuovi Luoghi, Vivi la Cultura del Territorio con gli Host o in Piena Autonomia

Soggiorna con gli Host del Luogo

Sostieni il territorio. Prenota l’alloggio per il prossimo soggiorno presso un Local Host

Sostienici, condividi l'articolo

Inizia ad Esplorare

 

 / 

Sign in

Send Message

My favorites

Esperienze Local logo

Scopri le offerte, seleziona la scelta preferita

Scopri nuove mete, Vivi esperienze e soggiorna con gli host del territorio. Su Esperienze Local puoi trovare le migliori offerte per la tua prossima vacanza in Puglia

VIVI ESPERIENZE LOCALI

Scopri nuovi luoghi autentici e vivi il territorio

SOGGIONA LOCAL

Scegli tra i diversi soggiorni proposti dagli host locali

VIVI ESPERIENZE LOCALI

OFFERTE
VACANZE 2023

VISITA IL LOCAL SHOP

RICEVI COUPON 10% LOCAL SHOP