Escursioni in barca Salento

Di cosa parleremo in questo articolo:

Indice

Sei nel posto giusto, continua la lettura 🙂

Pescaturismo con Escursioni Nemo

Escursioni in barca Salento

Le escursioni in barca Salento sono tra le esperienze da non perdere durante le vostre vacanze.

Gli oltre 150km di costa del Salento vi regaleranno immagini uniche. Tra lo Ionio e l’Adriatico, tra la sabbia e le scogliere con le loro grotte a picco sul mare.


Le escursioni in barca Salento si possono effettuare a Castro Marina, Santa Cesarea terme, Otranto, Porto Cesareo e Porto Selvaggio, sul versante Adriatico. Mentre su quello Ionico da Torre Vado, Torre pali, Pescoluse, Ugento. E ancora, Gallipoli, Torre Lapillo e Porto Cesareo.

Le diverse compagnie offrono semplici escursioni o battute di pesca. Per provare l’emozione, non solo di pescare, ma anche di gustare il pescato cucinato direttamente a bordo. Il tutto accompagnato da Menù con prodotti tipici salentini.


Inoltre, le giornate in barca sono sempre accompagnate da ottima musica e sono previste diverse soste per fare il bagno alle Grotte di Santa Maria di Leuca o in suggestive calette delle coste joniche di Gallipoli e del Salento.

Escursioni in Barca Salento: versante Adriatico


Sul versante Adriatico, gli itinerari più spettacolari e suggestivi sono compresi fra Otranto, Santa Maria di Leuca, Torre dell’Orso e San Foca.

Otranto è la famosa porta d’Oriente. Crocevia tra diverse popolazioni. Difatti, da qui transitarono Japigi, Messapi, Dauni, Peuceti e Turchi. Tutti, nel loro passaggio, hanno lasciato tracce della loro cultura.

La costa a sud di Otranto selvaggia e incontaminata, si alterna fra alte scogliere (di origine vulcanica) a picco sul mare e numerose calette prive di sabbia. Con fondale roccioso, ricco di flora e fauna marina. Numerose sono le grotte sommerse, ma anche le grotte visitabili da terra o con imbarcazione.

La costa a nord di Otranto, a differenza della costa a sud, è di formazione calcarea. Si tratta della tipica pietra leccese, utilizzata nelle costruzioni di chiese e abitazioni. La costa è ricca di calette sabbiose dal fondale basso. Alcune di esse sono raggiungibili solo con imbarcazione.

Gite in barca Salento: da Otranto a Baia dei Turchi


Da Otranto, proseguendo verso nord, si arriva presso Baia del Mulino d’Acqua. Un piccolo anfratto caratterizzato da bellissime grotte di natura calcarea. Proseguendo si arriva a caletta Imperia. Una caletta a dir poco caraibica dall’ acqua cristallina.

Successivamente, passando per Santo Stefano e si giunge alla suggestiva Baia dei Turchi, dove sbarcarono nell’anno 1480 circa.


In Barca da Otranto a Sant’Andrea


Prosegendo oltre la Baia dei Turchi, si giunge presso baia Alimini. Una spiaggia di sabbia dorata e finissima. Si costeggiano poi le piccole calette della Conca Specchiulla e la Punticella, arrivando così a Torre Sant’Andrea, una località marina considerata fra le 10 più belle d’Italia.

Da Otranto a Grotta Zinzulusa in barca Salento


Partendo da Otranto, dall’entroterra si affaccia la Torre del Serpente. Si tratta di un vecchio faro ad olio. Successivamente si passa da Baia delle Orte e Torre Sant’Emiliano.

Questa è molto famosa per il relitto di una nave inglese affondato negli anni della seconda guerra mondiale. Ora visitabile solo da esperti subacquei.


Più avanti si trova Porto Badisco (Frazione di Otranto), un piccolo porto di pescatori. E’ famoso per l’approdo di Enea e per il fantastico colore della sua acqua. Infatti, si notano le caratteristiche del fondale anche ad una profondità di 10mt o più.


Sotto la Torre di Minervino, utilizzata come la Torre di Sant’Emiliano, si trova la Grotta delle Rose. Essa venne così denominata da alcuni speleosub che trovarono all’iterno del suo cunicolo una spugna unica al mondo, dal colore rosso di una rosa.


Successivamente troviamo la Fraula, fragola in arabo, un’altra insenatura in cui è presente una grotta. La caratteristica di questa baia è la presenza di sorgenti d’acqua dolce, inviduabili poggiando la mano nelle cavità rocciose.
Dopo altri 5km si raggiunge Santa Cesara Terme.

Proseguendo oltre si arriva alla splendida Porto Miggiano, un’insenatura incantevole, caratterizzata da un’alta scogliera, una piccola spiaggia e dell’acqua meravigliosa. Sotto la città di Castro si trova poi la Grotta Zinzulusa, Grotta Azzurra e Grotta Palombara.

Grotta Zinzulusa a Castro


Escursioni in Barca Salento: versante Ionico


La costa ionica si differenzia da quella adriatica per le lunghe distese sabbiose. Ma non solo. Infatti, sono presenti anche tratti di costa rocciosa che degrada dolcemente verso il mare. Le escursioni in barca Salento partono dalla Baia Verde di Gallipoli in direzione dell’Isola di Sant’Andrea, Rivabella e Lido Conchiglie.

In barca da Santa Caterina a Porto Cesareo

Proseguono poi verso Santa Caterina, Santa Maria al Bagno, fino a Porto Cesareo e a Torre Sant’Isidoro. Alla scoperta delle grotte del parco naturale di Portoselvaggio, di alcune torri costiere e della stazione di biologia marina cesarina.

Itinerario in barca da Torre Pali a Santa Maria di Leuca

Partendo da Torre Pali, si naviga verso Santa Maria di Leuca alla scoperta delle grotte marine La Porcinara, Il Cerchio, Mesciu Scianni, Il Fiume, il Presepe, le Tre Porte Giganti, Il Drago, Cazzafri, Porrano, Verdusella, Vora. Sono previste anche qui soste per il bagno nella suggestiva grotta del Fiume e nella Grotta del soffio.

Escursioni Nemo visita alle Grotte

 

Immagini: liveinup, culturitlecce, travelpositano, 

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Esperienze Local

Altre Notizie

Cosa vedere in Puglia
Territorio

Cosa vedere in Puglia

Cosa vedere in Puglia Ormai lo sanno tutti. Ma forse c’è ancora chi si chiede “quant’è lunga la Puglia?”. La Puglia ha oltre 400 chilometri di

Continua »
OFFERTE VACANZE 2022

Cerca la migliore offerta 2022 per la tua prossima Vacanza
scegli di vivere un'esperienza AUTENTICA, Prenota il tuo soggiorno
Booking.com