Cartina Puglia, Mappa Puglia. Cosa Vedere e Fare: Mare, borghi, cultura. Puglia Cartina

Di cosa parleremo in questo articolo:

Indice

Sei nel posto giusto, continua la lettura 🙂

Cartina Geografica Puglia, Mappa Puglia. Scopri una delle Regioni più caratteristiche del Sud Italia

Cartina Puglia in mano e hai tutto quel che serve per esplorare, conoscere e vivere questa fantastica terra invidiata da tutto il mondo! Perciò, la cartina dettagliata della Puglia ti permetterà di conoscere dove sono esattamente tutte le mete che dovrai assolutamente raggiungere durante la tua vacanza in Puglia. Infatti, potrai così orientarti e spostarti dal mare all’entroterra. Inoltre, vedrai dove si trovano i borghi pugliesi più caratteristici, le spiagge sabbiose e rocciose, parchi, riserve naturali e molto altro ancora.

Cartina geografica della Puglia

Cartina e mappa geografica della Puglia meridionale. Regione del sud Italia.  Allora, cosa aspetti? Clicca qui  per scaricare la cartina Puglia in Pdf oppure la cartina Puglia da stampare per le tue vacanze al mare. Vedrai che la Mappa della Puglia e del Salento da scaricare e stampare per le tue vacanze al mare sarà lo strumento che ti guiderà ovunque.

Cartina Puglia dettagliata

Se hai intenzione di scoprire tutta la Regione in auto, ti suggeriamo di acquistare una cartina dettagliata Puglia. Questo perché contiene tutte le indicazioni stradali necessarie per raggiungere le località turistiche più famose. Intanto, essendo estesa la regione Puglia, la cartina province di seguito può darti un’idea di come sia suddivisa questa regione e dove si trovino le città di provincia più importanti. Ti risulterà utile anche come mappa Puglia mare. Difatti, ti indica non solo le località turistiche della Puglia più importanti, ma anche una panoramica dell’itinerario che puoi organizzare per visitare questa splendida regione.

Cartina Puglia
Province Cartina Puglia

Cartina geografica Puglia, interattiva

Per vedere la cartina della Puglia in modalità interattiva clicca Qui: Puglia Cartina

Cartina o mappa geografica della Regione meridionale della Puglia. Regione del sud. Mappa o carta

Puglia Mappa dove siamo. Quant’è lunga la Puglia?

Ecco la cartina geografica della Regione Puglia, la regione più estesa d’Italia. Quant’è lunga la Puglia? Raggiunge i 400 chilometri di lunghezza. Un territorio vasto e variegato dalle innumerevoli bellezze.

Puglia Cartina, località

Proprio per la sua estensione, la Puglia è caratterizzata dalla presenza di diversi dialetti. Addirittura, può anche capitare che un dialetto vari da una città all’altra in qualche parola, espressione o modo di dire. Immagina, dunque, che differenza ci sarà tra il dialetto parlato nel Gargano e il dialetto del Salento. Nonostante siano tutti pugliesi, potrebbero addirittura non intendersi del tutto. E’ un aspetto divertente, per certi versi, ma reale. Osservando la Cartina Puglia hai la possibilità di individuare i dialetti delle diverse località della Regione Puglia

Puglia cartina

Cartina della Puglia, Mappa: dove siamo paesi e città

Se decidi di venire in vacanza nella Regione Puglia, dai un’occhiata qui sotto sulla Cartina della Puglia per orientarti meglio. Scoprirai quali sono le principali Provincie, le località che caratterizzano questa terra. Ed infine, quali mari bagnano le sue coste.

Puglia Cartina
Cartina Puglia Mare

Cartina Puglia mare

Come puoi vedere nella cartina Puglia mare qui sopra, i mari che bagnano la costa pugliese, protratta nel Mediterraneo, sono due. Il Mare Ionio, che bagna il versante Ovest. E il mar Adriatico che bagna il versante Est. A seconda che ci si trovi da un lato o dall’altro, si potrà anche ammirare l’alba e il tramonto. Ma questo aspetto lo approfondiremo meglio più avanti nell’articolo. Continua a leggere per scoprire tutti i contenuti utili di quest’articolo sulla Regione Puglia.

Puglia cartina geografica o Puglie mappa?

Se hai bisogno della Cartina Puglia, Clicca qui  troverai una Mappa della Puglia dettagliata sulle località turistiche, sui mari e i parchi naturali. Chiariamo che se nel motore di ricerca hai scritto Puglie cartina geografica, devi sapere che il nome corretto è Cartina Puglia o Mappa Puglia. Tuttavia, il termine Puglie, comunque, non è sbagliato. Infatti, fino alla prima metà del XX secolo per descrivere la regione si utilizzava il nome declinato al plurale, Puglie. Ad oggi, questo nome viene ancora utilizzato nella toponomastica della zona in Tavoliere delle Puglie. Ad ogni modo, Clicca qui , scaricare e stampare la Cartina Puglia dettagliata, per una consultazione rapida e veloce. Vacanze in Puglia, la scelta giusta!

Cartina Puglia o Puglia Mappa non fa la differenza stai leggendo l’articolo giusto!

Cartina Geografica Puglia

Ricapitoliamo. Quanto è lunga la Puglia? Se lo chiedono in molti. Come puoi vedere sopra da questa cartina, la regione Puglia è la più lunga d’Italia. Essa ha 400 chilometri di lunghezza e 865 chilometri di coste, che si alternano in tratti rocciosi e litorali sabbiosi. Si tratta di uno dei territori più affascinanti del mondo, come ha scritto il National Geograpghic.

Puglia cartina geografica dettagliata

Vasto e variegato ricco di storia e bellezze naturali e paesaggistiche. Il territorio della Regione Puglia si suddivide in 7 macro aeree:

  1. il Gargano e i Monti della Daunia, uniche zone montuose della Puglia;
  2. il Tavoliere delle Puglie, dal cui nome si evince si tratti di una pianura, la più estesa dopo la Pianura Padana. Infatti, ricopre un’area di circa 3mila chilometri quadrati. Il territorio è a tratti ondulato, con affaccio sul golfo di Manfredonia e con presenza anche di laghi. La zona è delimitata ad ovest dai Monti Dauni, ad est dal Gargano e dal Mare Adriatico, a nord dal fiume Fortore.
  3. Il Subappennino Dauno;
  4. la Terra di Bari, situata tra le Murge e il Mare Adriatico;
  5. la Valle d’Itria, un’area pianeggiante tra Bari, Brindisi e Taranto, caratterizzata da un’alternanza fra vallate e lievi colline e i famosi Trulli;
  6. l’Arco Ionico Tarantino o “banco delle gravine”, sulla costa della provincia che si estende fino alla penisola salentina;
  7. il Salento, che al suo interno si distingue tra il Tavoliere di Lecce e le Serre Salentine che culminano nella Serra dei Cianci. Il Salento si trova proprio alla fine, sul tacco, e ricopre una superficie di 5.329 chilometri quadrati, da Brindisi a Santa Maria di Leuca – De Finibus Terrae, la fine della terra, appunto.

Carta geografica Puglia i confini della Puglia sono a nord-ovest con il Molise, a ovest con la Campania e la Basilicata. Inoltre, è bagnata dal mare Adriatico a est e dal Mar Ionio a Sud. Nella cartina dettagliata della Puglia potrai ben vedere le diverse subregioni di cui si compone.
cartina Puglia

Visto che hai cercato la Cartina Puglia sicuramente ti possono interessale le sue province:

Quali sono le province della Puglia?

Le province della Puglia sono sei:

  1. Bari, che è anche capoluogo della Regione Puglia
  2. BAT, ossia Barletta – Andria – Trani
  3. Brindisi
  4. Foggia
  5. Lecce
  6. Taranto

Cartina Puglia Cosa Vedere

Bari cartina: ecco cosa vedere

Bari è il capoluogo della Regione Puglia. Le sue origini non sono ben chiare. Tuttavia, i rinvenimenti degli scavi effettuati nella città vecchia, vicino la chiesa di San Pietro, fanno presumere che l’area sia stata abitata sin dall’età del bronzo. I primi abitanti autoctoni furono i Peucezi. Altri, invece, ipotizzano che Bari sia stata colonizzata da Creta. Nel III sec., entrò sotto il dominio Romano, diventando municipium. In questo periodo fu costruita la via Traiana. Aveva un importante castello, una zecca, un pantheon per le proprie divinità pagane e molto probabilmente un teatro.

Dopo la caduta dell’Impero Romano fu contesa tra Longobardi e Bizantini. A quest’epoca risale la struttura dell’attuale città vecchia. Poi cadde sotto gli arabi dall’847 all’871. Arco di tempo nel quale divenne un emirato. Nell’875 tornò in mano ai Bizantini. Nel 1068, la città di Bari fu assediata dai Normanni, che la strapparono ai bizantini nel 1071. Nel 1087, vi furono portate le spoglie di san Nicola di Myra. Tra il XII e il XIV secolo fu porto di partenza per le Crociate. Bari subì anche la dominazione veneziana. Dominazione che regalò alla città un periodo molto florido.

Cartina Puglia, Bari
Mappa Bari

Bari è, dunque, una città ricca di storia, con un vasto patrimonio culturale, soprattutto di tipo architettonico. Basti pensare alla Basilica o la Cattedrale di San Sabino, i tre principali teatri della città, il Piccinni, il Petruzzelli e Margherita. Poi c’è il castello Normanno-Svevo, costruito nel 1131. Il complesso è caratterizzato dalle torri quadrate che lo sovrastano e da un fossato largo e profondo. Il Fortino di Sant’Antonio Abate fu eretto per scopi difensivi.

La lunga muraglia circonda tutta la città vecchia, costruita nel XII secolo. Un tempo offriva uno spettacolo alquanto suggestivo, presentandosi a strapiombo sul mare. Oggi, è un luogo in cui il passato e le tradizioni vivono ancora. Nelle viuzze della Città Vecchia, infatti, ci sono ancora le massaie che preparano la pasta fresca sull’uscio delle proprie case. O i fruttivendoli che, come una volta, attirano intorno a loro i passanti per vendere le verdure raccolte in giornata. E i bambini, che giocano e si rincorrono agli angoli di ogni strada.
Bari Vecchia

 

BAT – la provincia che unisce Barletta, Andria e Trani

L’area della provincia di BAT – Bareltta, Andria, Trani,  fu molto cara a Federico II di Svevia. Infatti, per questo motivo, è soprannominata la “Puglia Imperiale“. Le tracce che ha lasciato l’imperatore sono tantissime. Come, ad esempio, i diversi castelli federiciani. Nella provincia si succedettero numerose dinastie, le stesse di Bari. Ossia, i Normanni gli Svevi e gli Angioini.

Barletta e Canne della Battaglia, cartina Puglia

Da vedere a Barletta c’è il Colosso. Si tratta di un’enorme statua risalente al V secolo che raffigura probabilmente l’imperatore romano Teodosio II. Nel castello della città c’è il Museo civico. Insieme alla vicina Cattedrale di Santa Maria Maggiore, costituisce un polo storico-architettonico di rilevante importanza. Molto importante è anche il sito archeologico di Canne della Battaglia. Si tratta del luogo in cui vi fu la disfatta dei Romani da parte del generale cartaginese Annibale.

Andria e il misterioso Castel del Monte

Andria è famosissima per il suo è Castel del Monte, uno dei luoghi più misteriosi dell’Italia meridionale. La struttura fu realizzata da Federico II di Svevia. La sua caratteristica è quella di avere otto torri. Nel 1996 l’UNESCO lo ha inserito fra i siti patrimonio mondiale per il suo valore universale e per la sua bellezza architettonica. Esso si trova su di una collina all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, con la sua ricca varietà di vegetazione mediterranea che la rende una delle aree con più biodiversità. Assolutamente da visitare è anche la Cattedrale dell’Assunta in stile romanico. Nella cripta sono custodite le spoglie delle due mogli dell’imperatore Federico II di Svevia. Ossia, Isabella d’Inghilterra e Jolanda di Brienne.

Trani: cosa vedere

La città di Trani è soprannominata “Perla del mar Adriatico”, per il suo fascino, la sua eleganza e l’affaccio sul mare. Trani ha un bellissimo castello Svevo risalente al 1233 e voluto dall’imperatore Federico II.  Da vedere anche il porto  turistico, la villa comunale e il lungomare. Ma il sito più famoso di tutti è la maestosa Cattedrale, dedicata al santo patrono san Nicola Pellegrino, realizzata nel 1099, in stile romanico pugliese. Nel quartiere ebraico la “Giudecca”, invece, ci sono due sinagoghe del XII sec. e la chiesetta Templare di Ognissanti. Da non perdere il meraviglioso tramonto sul mare.

Brindisi: dove andare e cosa fare

Brindisi e le vicine Alberobello e Ostuni sono le mete più frequentate della Puglia. La città di Brindisi, al tempo dei Romani, era considerata la porta dell’Oriente. Infatti, dal porto di Brindisi partivano le navi che commerciavano con la Grecia e con la Turchia. Il centro storico di Brindisi è un susseguirsi di stradine e palazzi medioevali, chiese dagli interni preziosi e scorci sul mare. Il vero biglietto da visita della città è il porto che è anche uno dei posti più belli dove aggirarsi e passeggiare, specialmente all’alba e al tramonto, quando l’atmosfera tipica della città di porto si fa più tangibile.

Cartina Puglia, il porto di Brindisi

Da visitare, il Porto di Brindisi, un fiordo che secondo alcuni ha le sembianze delle corna di un cervo. La Colonna Romana è un po’ il simbolo di Brindisi. Fino al 1500 le colonne erano due e segnavano la fine della Via Appia, la via delle vie che collegava Roma a Brindisi. Le colonne svolgevano allo stesso tempo un importante ruolo di segnalazione del porto. Oggi delle due colonne originarie ne rimane in piedi solo una.

Poi c’è il Castello Aragonese, detto anche Castello a Mare, perché è costruito su un’isola di fronte al porto di Brindisi. Ossia, sull’Isola di Sant’Andrea. Il Castello Svevo è una fortezza di forma trapezoidale. Anch’esso faceva parte delle fortificazioni federiciane.  Da vedere anche tutto il centro storico della città, tra viuzze e stradine su cui si staglia l Duomo e la Chiesa di San Sepolcro.

 Brindisi

Foggia e le sue dimore storiche

Foggia è ricca di palazzi e dimore storiche. Testimoni del suo passato ricco e glorioso. Da visitare nel centro storico, la cattedrale normanna e altri monumenti sopravvissuti al forte terremoto del ‘700. Nella città, Federico II fece costruire una lussuosa dimora, un’università, palazzi nobiliari e strade. Poi conobbe un periodo di decadenza sotto il dominio aragonese, nel ‘500. Dopo l’Unità d’Italia, divenne, invece, un importante nodo stradale e ferroviario tra la Puglia e il resto del Sud Italia. La Cattedrale di Foggia risale al 1172, poi ristrutturata dopo il terremoto del 1731.

Lecce, la Firenze del Sud

Ribattezzata la Firenze del Sud per le numerose bellezze architettoniche in stile barocco, Lecce è il cuore pulsante del Salento e il capoluogo di provincia più meridionale della Puglia. Un centro di grande importanza turistica e culturale che conta poco più di 95.000 abitanti. Avere uno stradario di Lecce è utile se si vuole visitare la città e le sue mille viuzze. O in generale uno stradario Salento per potersi orientare al meglio se non ami la tecnologia.
Non è semplicissimo girare per il Salento, una mappa stradale quindi, anche dal cellulare ti aiuterà a capire le direzioni da prendere. Clicca qui per maggiori informazioni su Lecce.

Basilica di Santa Croce a Lecce

Taranto: cosa vedere

La provincia di Taranto ha uno dei lungomari più belli d’Italia. Esso si affaccia sul Golfo denominato “delle sirene”. Il suo porto commerciale è uno dei più importanti del Mediterraneo. E lo è fin dai tempi della Magna Grecia. La Città, infatti, era un frequentatissimo centro culturale, economico e militare.

Oggi è una fra le mete delle crociere turistiche, oltre ad essere tappa del SailGP, un gran premio del mare di vela, che ha luogo nel mese di giugno. Taranto è la terza città più grande del sud Italia, ed offre, perciò, tantissime attrazioni e itinerari turistici: antichi luoghi di culto, i resti archeologici delle necropoli greco-romane, la Cripta del Redentore, e palazzi nobiliari. L’architettura della città va dal romanico-gotico al Barocco. Da vedere, abbiamo la Chiesa-San-Domenico-Maggiore,  Il Castello Aragonese, il  Museo archeologico nazionale.

Esperienze Regione Puglia

Puglia mare booking, Vacanze Puglia

Se hai cercato su Google Vacanze Puglia sei sulla pagina giusta. Leggendo questo contenuto, avrai una panoramica completa della Regione Puglia. Quindi, potrai scegliere l’offerta migliore per il tuo soggiorno. Proseguendo e leggendo l’articolo conoscerai i luoghi più belli da visitare durante le tua permanenza in Puglia. Fatto questo hai la possibilità di trovare l’offerta preferita per le tue vacanze nel sud Italia cliccando su Offerte Vacanze nel riquadro blu in basso .

Cartina Puglia Dettagliata tutto quello che c’è da sapere:

I paesi della Puglia, Mappa Puglia

località Puglia

Se hai intenzione di scoprire tutta la Regione in auto, ti suggeriamo di acquistare una cartina Puglia dettagliata, con tutte le indicazioni stradali necessarie per raggiungere le località turistiche più famose. Intanto, essendo estesa la regione Puglia, la cartina province qui al lato può darti un’idea di come sia suddivisa e di dove si trovino le città di provincia più importanti. Ti risulterà utile anche come mappa Puglia mare. Difatti, ti indica le località turistiche più importanti della Puglia.
Vediamo ora quali sono i paesi della Puglia più importanti per ogni subregione nella quale la Regione si divide:

  1. Gargano: Rodi Garganico, Peschici, Vieste, Monte Sant’Angelo;
  2. Tavoliere delle Puglie: Margherita di Savoia, Barletta, Manfredonia, San Severo, Troia, Sant’Agata di Puglia, Foggia;
  3. Murge: Andria, Gravina di Puglia, Castel del Monte, Gioa del Colle, Locorotondo, la Terra di Bari, Altamura, Castellana e le sue grotte, Polignano a Mare, Monopoli, Fasano
  4. Valle d’Itria: Alberobello, Martina Franca, Oria, Mesagne, Ceglie Messapica, Ostuni;
  5. Arco Ionico Tarantino o “banco delle gravine”: Grottaglie Taranto, Manduria, Massafra e Laterza;
  6. Salento: Lecce, Copertino, Galatina, Nardò, Specchia, Porto Cesareo, Gallipoli, Santa Maria di Leuca, Otranto e Torre dell’Orso

Vuoi vedere la Cartina Puglia su GoogleMaps? clicca quì

Cartina Puglia, Mappa: il Gargano

Mappa Gargano PugliaIl Gargano è un promontorio montuoso situato al nord della Puglia. Conosciuto anche con il nome di “sperone d’Italia” perché si protende nel mare, bagnato sui tre lati. Il territorio del Gargano è il più diverso rispetto al resto della Puglia. Infatti, ci sono pinete, boschi, foreste, come la Foresta Umbra, paesaggi montuosi, e una costa caratterizzata da scogliere bianche calcaree, grotte marine. Ma anche spiagge sabbiose e borghi a picco sul mare.

I borghi del Gargano presentano le caratteristiche degli antichi borghi agricoli medioevali come Castel Sant’Angelo e San Giovanni Rotondo, nell’entroterra e dei borghi marinari, invece, sulla costa come Vieste, Peschici, e Rodi Garganico. In questa zona, la costa presenta falesie sul mare, fiordi e spiagge paradisiache che vedremo più avanti. il Parco Nazionale del Gargano occupa solo l’1% del territorio italiano eppure conta quasi il 90% della biodiversità italiana. Ci sono i boschi immensi della Foresta Umbra, i borghi sul mare, spiagge meravigliose, falesie bianche e faraglioni. Le Isole Tremiti, che si raggiungono anche in giornata dal porto di Vieste, fanno parte della provincia di Foggia.

Città Regione Puglia
Città Regione Puglia

Manfredonia e Mattinata: dove andare

Manfredonia fu fondata da Manfredi di Hohenstaufen, figlio di Federico II.  Da visitare, c’è il castello svevo-angioino all’interno del quale è custodito il museo archeologico di Manfredonia e l’Abbazia di San Leonardo. A Mattinata, ti consigliamo di visitare la necropoli del Monte Saraceno. Essa conta ben 500 tombe, ragion per cui è la più affascinante testimonianza dell’antica Daunia. Sul Monte Sacro c’è un’abbazia benedettina.

 

Vieste

Peschici e Vieste: dove andare, cosa vedere

Peschici ha una particolare formazione geografica che lo rende l’unico posto d’Italia dove si può ammirare il sole sia mentre sorge che mentre tramonta in mare. Qui, da visitare c’è la Rocca Imperiale di Federico II e le mura normanne. Inoltre, c’è anche il museo all’aperto con le tombe daunie scavate nella roccia calcarea. Vieste si trova su due piccole penisole sull’Adriatico ed è una delle mete più frequentate in Puglia. Il suo borgo antico è ben tenuto. Di sera si ravviva ed offre sempre qualcosa di inaspettato ai suoi visitatori. In questo luogo si può passare dalla montagna al relax delle splendide spiagge. La più famosa, è quella di Pizzomunno con i suoi faraglioni. Si tratta di una  falesia bianca resa eterna da una famosissima leggenda.

Un giro sulle Isole Tremiti

Le Isole Tremiti si possono raggiungere da Vieste, Rodi o da Termoli. Si tratta di un arcipelago di 6 isole, di cui una parte è stata riconosciuta come Riserva naturale marina protetta. Sulle isole di San Nicola e San Domino, le uniche ad essere abitate, si trovano i principali monumenti che raccontano una lunga storia di confini sin dall’epoca romana.

Isole Tremiti

Monte Sant’Angelo e il Santuario rupestre

Monte Sant’Angelo è un piccolo borgo arroccato sul punto più alto del Gargano, a circa 843 m s.l.m. La sua origine è legata all’apparizione di San Michele Arcangelo, dove è stato realizzato il Santuario rupestre. Sito che oggi è diventato meta importante di pellegrinaggio. All’interno del centro storico si trova un bellissimo quartiere medievale, ancora intatto. Si tratta del “quartiere Junno”, fatto di intrecci di viuzze, case bianche e piccole botteghe artigianali e culinarie, dove assaggiare il pane tipico e il caciocavallo podolico.

Monte Sant'Angelo

Puglia Cartina, Mappa Località: il tavoliere delle Puglie

Il Tavoliere delle Puglie è la seconda pianura più vasta dell’Italia centro-meridionale, dopo la Pianura Padana. Tuttavia, non è solo pianeggiante. Infatti, ci sono anche colline, ripiani, la pianura interna e la pianura costiera ed una zona litoranea. Il Tavoliere è considerato “il granaio d’Italia” per le sconfinate coltivazioni di grano e frumento di alta qualità. Quest’area prende il suo nome dalle Tabulae Censuariae romane. Si tratta, cioè, di una specie di catasto in cui erano registrati i terreni posseduti dal fisco. Cosa c’è da vedere nel Tavoliere delle Puglie?

San Severo e Troia; dove andare

La città ha un centro storico medievale ricco di monumenti. Come, ad esempio, la chiesa matrice di San Severino del XI secolo. La cattedrale medievale di Santa Maria Assunta del XII secolo. Troia è una città antica come la sua Concattedrale romanica del 1093. Essa è uno tra i principali edifici religiosi della Puglia. A Cerignola, invece,  da non perdere il borgo antico, chiamato Terra Vecchia. E ancora, Margherita di Savoia, famosa per le terme e per le saline, le più grandi d’Europa e le seconde nel mondo.

Cosa sono le Murge

Le Murge sono una sporgenza rocciosa, situate su un altopiano collinare di roccia calcarea. Infatti, è una zona caratterizzata da tanti ambienti sotterranei ma anche superficiali, come doline, le più grandi delle quali sono localmente dette “Puli” (come quelli di Molfetta, di Gravina e di Altamura) o “pulicchi” se di dimensioni inferiori, inghiottitoi, lame e grotte fra le quali le famose Grotte di Castellana. La zona si caratterizza per la presenza di molte gravine, ossia erosioni carsiche.

Alberobello
Alberobello

Valle d’Itria, dove si trova

La Valle d’Itria, detta anche Valle dei Trulli, si trova fra le province di Bari, Brindisi e Taranto. Si tratta di una terra dalle antichissime tradizioni e fortemente legato all’ambiente naturale. Un legame che si rispecchia e si ritrova nella loro tradizione eno-gastronomica. Infatti, ulivi, mandorli, vigneti e frutteti forniscono gli ingredienti base della sua arte culinaria. Il territorio è caratterizzato dalla presenza di molte masserie, alcune abitate, altre trasformate in strutture ricettive e dai trulli.

Dove si trovano i Trulli?

I Trulli sono abitazioni particolari con il tetto a cono, caratteristici della Valle d’Itria, ed in particolar modo di Alberobello. Ora ti raccontiamo come sono nati. Nel XV secolo, per evitare l’attesa della regia approvazione e di pagare il tributo al feudatario previsto per i nuovi insediamenti urbani, il conte di Conversano Giangirolamo II Acquaviva d’Aragona, conosciuto come Guercio di Puglia, fece costruire ai contadini delle case precarie da smantellare in caso di ispezione regia. Infatti, queste case potevano essere facilmente ridotte ad un mucchio di pietre. In realtà, sono perdurati fino ad oggi e molto sono ancora abitati oppure trasformati in B&B.

Cartina Puglia

Se hai deciso di visitare la Puglia sicuramente necessiti di una Cartina Puglia. Cosa aspetti? Clicca qui per scaricarla

 Dove si trova Alberobello

Alberobello è la città con la massima concentrazione di Trulli. Infatti, ce ne sono circa 1500 e, per questo, dal 1996 fa parte dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Da visitare assolutamente è il Trullo Siamese. Esso apparteneva a due fratelli innamorati della stessa donna. Lei si promise ad uno, ma sposò l’altro e la proprietà fu divisa. Anche la Chiesa di Sant’Antonio del 1926, costruita con la stessa tecnica e lo stile architettonico dei trulli. Poi c’è il Trullo Sovrano, unica struttura a due piani alta 14 metri. La Casa d’Amore e l’ottocentesca Basilica dei Santi Medici Cosma e Damiano.

Locorotondo

A pochi chilometri da Alberobello, si trova Locorotondo. Si tratta di uno dei Borghi più belli d’Italia. La città ha una forma circolare, da cui prende il nome, e le case di un bianco accecante. Qui, le abitazioni tipiche sono le cummerse. Esse sono caratteristiche per i loro tetti spioventi. Oltre alla Chiesa Madre di San Giorgio Martire, c’è anche la Chiesa della Madonna della Greca, risalente al 1400 circa, e la Chiesa di San Nicola di Bari del 1582, entrambe precedentemente di rito greco-ortodosso. Dalla Torre dell’Orologio e dalla terrazza panoramica, si possono ammirare i vicini borghi di Cisternino e Martina Franca e la valle ricca di ulivi secolari.

Locorotondo

Martina Franca e il Bosco delle Pianelle

Martina Franca, rispetto agli altri borghi, ha uno stile barocco e palazzi signorili. Infatti, troviamo il Palazzo Ducale, costruito dal 1668 al 1780, con alcune sale affrescate. La settecentesca Basilica di San Martino. La Chiesa del Carmine. A Martina Franca ci sono 154 masserie di interesse storico-architettonico, circa 70 di queste hanno la chiesa. Poco distante dal centro di Martina Franca, si trova il Bosco delle Pianelle, un’area protetta riserva naturale di 1200 ettari, 600 di proprietà privata e 600 pubblica.

Il Borgo medievale di Fasano

La città è un borgo antico di epoca medievale, difesa da una cinta muraria con ben undici torri difensive. In un labirinto di vicoli, palazzi nobiliari, c’è la Chiesa Matrice di Fasano dedicata a San Giovanni Battista. A poca distanza si trova Egnazia, uno dei centri più importanti sull’antica Via Traiana, con i suo resti archeologici del V secolo a.C. con le necropoli messapiche.

Cartina Puglia: Ostuni, la Città bianca, cosa vedere

Ostuni è la famosa “la Città Bianca”, con la sua Concattedrale del 1400. In Piazza della Libertà c’è una colonna dedicata allo stesso santo patrono di Lecce, Sant’Oronzo. Il Santo si festeggia il 26 di agosto con la tradizionale Cavalcata di Sant’Oronzo, un corteo storico di cavalli e cavalieri in uniforme d’epoca. Fuori dalla città c’è la chiesa rupestre di San Biagio. Testimonianza bizantina che conserva affreschi del XI secolo. A qualche chilometro, c’è Carovigno con il suo centro medievale e un castello del XII secolo.

Ostuni

Arco ionico tarantino

L’Arco Ionico tarantino è un angolo di paradiso sia per il suo mare che per il suo entroterra, affacciato sullo Ionio. Le località turistiche più rappresentative sono Taranto, Massafra, Marina di Ginosa e Grottaglie. Taranto è detta anche la città tra i due mari. Infatti, ha una posizione strategica che l’ha resa protagonista di importanti vicende storiche ambientate nel periodo della Magna Grecia. La città vecchia è collegata a quella moderna da un ponte, Massafra è ricca di insediamenti rupestri. Infatti, la città è solcata da una serie di suggestive gravine. Grottaglie è nota per la produzione di ceramiche perché il territorio abbonda di argilla. La cittadina è famosa anche per le grotte e le aure basiliane attorno all’abitato. Nel centro della città si erge il poderoso Castello, sede del museo delle Ceramiche.

Il Salento

Il territorio della Provincia di Lecce ha la forma di un triangolo capovolto. Alla base di esso abbiamo la parte Nord del Salento. La prima città che incontriamo è la bellissima Lecce. Dal lato opposto, alla punta del cono che corrisponde al tacco d’Italia, è situata Santa Maria di Leuca, soprannominata de Finibus Terrae. Termine latino che significa Fine della Terra. Infatti, come puoi vedere dalla mappa Puglia Salento è proprio in questa punta che finisce l’Italia, protesa verso l’Oriente. Ed è esattamente qui che, convenzionalmente, si uniscono i due mari. Ai due lati opposti, est ed ovest, si trovano rispettivamente Otranto e Gallipoli. Tra le mete più gettonate per una vacanza nel Salento.

Puglia mare, cartina. Mappa Puglia

La Puglia è una delle mete più frequentate nel periodo estivo perché è una terra baciata dal sole e con delle spiagge mozzafiato. In questa cartina delle spiagge in Puglia, ti mostreremo quali sono le migliori località di mare sul mar ionio e il mare adriatico. Il Mar Ionio, a sinistra, che va da Taranto fino a Santa Maria di Leuca, lambisce una costa prevalentemente sabbiosa. Il Mar Adriatico, a destra, bagna una costa prevalentemente rocciosa.

Puglia Cartina: l’Adriatico

Partiamo dal nord della Puglia. Il tratto che va da Mattinata a Vieste è caratterizzato dalla presenza di molte falesie a picco sul mare, fiordi e spiagge paradisiache. Come ad esempio Baia delle Zagare, Vignanotica, Cala della Pergola, Pugnochiuso e Baia di Campi. Dei luoghi che ti regaleranno dei paesaggi mozzafiato. Così come le grotte marine, l’arco naturale di San Felice e i faraglioni del Pizzomunno e di Baia delle Zagare.

Cartina Geografica Puglia
Cartina Geografica Puglia

Da Vieste in poi la costa la costa rocciosa degrada gentilmente, e si incontrano le prime spiagge sabbiose, interrotte di tanto in tanto, costoni rocciosi coperti di macchia mediterranea. E poi ci sono le isole Tremiti, un meraviglioso arcipelago situato a 12 miglia dalle coste del Gargano. Tappa obbligatoria nella tua vacanza in Puglia! Molti sono anche i borghi sul mare da non perdere: Trani, Molfetta, Polignano a Mare, Monopoli.

Cartina Puglia mare, dalla Valle dell’Itria al Sud Salento

Dalla Valle dell’Itria al sud Salento, ci sono oltre 80 chilometri di costa. Il tratto dell’Alto Salento viene definito “Riviera dei Trulli”, da Savelletri a Torre Guaceto, dove si alternano spiagge di dune e macchia mediterranea, baie sabbiose e scogliere. Costeggiando il parco archeologico di Egnazia si arriva a Savelletri, frazione marina di Fasano e borgo di pescatori conosciuto per i piccoli ristorantini dove mangiare i ricci appena pescati ed altre prelibatezze del mare.
Dal porto di Torre Canne si può godere di una lunga spiaggia di sabbia e laghetti di acqua sorgiva che alimentano le terme locali, tra le più conosciute della regione. Da Pilone, località dalla sabbia chiara iniziano i lidi dell’elegante Ostuni, come l’esclusivo villaggio internazionale Rosa Marina di Ostuni, con eleganti ville ed accessibile solo ai residenti.

Seguendo la costa si arriva fino a Torre Guaceto, una torre costiera aragonese che da il nome alla località su cui sorge ed alla Riserva naturale statale di Torre Guaceto, una zona umida di interesse internazionale e oasi WWF. Nelle insenature si alternano baie marine, stagni e boschi, in un fantastico territorio naturale della costa adriatica circondato da grandi uliveti.

Torre dell’Orso Guida alle Vacanze in Salento

Torre dell’Orso è una delle delle Marine di Melendugno, insieme a San Foca, Roca, Sant’Andrea e Torre Specchia. Cinque luoghi di incredibile bellezza naturale da non perdere assolutamente! Precisamente, si tratta di una frazione di Melendugno, è un paesino che sorge sulla costa adriatica. Poco lontano da Otranto proseguendo verso nord. Si tratta di uno dei litorali più belli e vivaci della costa adriatica. Inoltre, è tra le spiagge più belle della Puglia: si spiega come una mezzaluna tra due scogliere. Per le tue Vacanze a Torre dell’Orso, in provincia di Lecce, nel Salento (Puglia), puoi consultare i last minute per trovare l’offerta più conveniente per te. La località è premiata con la bandiera blu.

Mappa Puglia mare: lo Ionio

Mare Salento

Per quanto riguarda le spiagge, Marina di Ginosa, Castellaneta Marina e Pulsano sono le più famose località balneari dell’arco ionico tarantino, contraddistinte da lunghe spiagge dorate, lambite da un mare cristallino ed incorniciate da verdi pinete e rigogliosa macchia mediterranea.

Come indicato sulla cartina Salento, la costa ad Ovest, sullo Ionio, è prevalentemente sabbiosa. Da Leuca fino a

Torre Vado, la costa ionica mappa ti mostra come si estende la scogliera a tratti a picco sul mare a tratti radente le acque. Salvo due piccole spiagge in corrispondenza di Felloniche e subito dopo la torre di Torre Vado.

Le spiagge famose nel Sud della Puglia

Il tratto sabbioso più importante, difatti, inizia in corrispondenza di Pescoluse. E’ proprio qui che potrai trovare le famosissime Maldive del Salento, tra le spiagge più belle del Salento cartina. Si tratta di un lembo di spiaggia sabbiosa di circa 5 chilometri, che comprende le quattro marine di Salve – città alla quale appartengono. Esse sono Posto VecchioPescoluse, Torre Pali e una parte di Lido Marini.

Salento Mare

Un breve tratto di roccia bassissima tra Torre Pali e Lido Marini interrompe per poco la distesa di sabbia che riprende subito da Lido Marini. Essa poi continua fino alla bellissima Torre San Giovanni, per altri 9 chilometri circa.

La tua vacanza in spiaggia a Pescoluse

Pescoluse è sicuramente la spiaggia più bella di tutto il Salento. La splendida Marina di Salve si trova lungo la Costa Jonica del Salento. Essa offre uno spettacolo ambientale meraviglioso, con la sua distesa di sabbia bianca e finissima. A pochi passi, in direzione sud, si trova Posto Vecchio Marina di Salve. Anch’essa, ovviamente, si affaccia sullo Ionio ed è una delle più suggestive spiagge del Salento, con il suo arenile dorato, le dune e i gigli. Da Pescoluse in direzione nord, invece, troviamo Torre Pali. Anticamente veniva chiamata Marina di Sant’Antonio per via della chiesetta dedicata al Santo che alcuni pescatori avevano fatto erigere.

Gallipoli dove si trova

Gallipoli sorge sulle coste orientali della penisola salentina, in provincia di Lecce, dunque. Con i suoi oltre 20mila abitanti. Angolo d’Oriente in terra salentina, Gallipoli è detta la “città bella”. L’abitato è suddiviso in due parti: la Città Vecchia, su una piccola isola, il Borgo Antico. E la parte più moderna. Un viaggio a Gallipoli è un’ottima occasione per scoprire una delle zone più belle del sud della Puglia.  Inoltre, essendo una grande città, troverai tante soluzione dove dormire a Gallipoli.

Sant’Isidoro marina di Nardò, Lecce (Puglia)

Sant’Isidoro è un piccolo centro abitato balneare nelle vicinanze di Nardò, in provincia di Lecce. Cresciuto enormemente negli ultimi anni. La spiaggia di S. Isidoro è una tra le tante belle marine caratteristiche della costa pugliese, con piccole isolette che si affacciano davanti alla costa, e le tante torri. La località di mare sulla costa Ionica, è adiacente a Porto Cesareo, a cui è storicamente legata. Questa meta turistica è caratteristica per le sue pescherie sul mare. Inoltre, fa parte dell’area marina protetta dove si può visitare la palude del Capitano. Facendo un giro sul web, potrai trovare prezzi e offerte per soggiornare al Campeggio Sant’Isidoro: Piazzole, Bungalow, Case Mobili, ecc. Oppure, b&b confortevoli per una vacanza al mare in un luogo con le più belle spiagge bianche d’Italia.

Con questa cartina dettagliata del Salento, avrai solo l’imbarazzo della scelta tra stabilimenti balneari, lidi attrezzati e spiaggia libera. Punta il dito sulla cartina del Salento e scegli dove mettere l’ombrellone!

Cartina Puglia, piantina dei parchi naturali

In Puglia ci sono diversi parchi, istituiti allo scopo di proteggere la terra e la natura verdeggiante di questo estremo lembo d’Italia. Di seguito, ti indicherò le principali e le aree protette della Regione Puglia, tutti da visitare e da vivere!

Cartina Puglia
Mappa del Parco del Gargano

Il Parco Nazionale del Gargano

Sul Gargano ci sono delle foreste fittissime che degradano lentamente sulla costa pugliese. Uno dei parchi più conosciuto in Italia è quello del Gargano. Esso si estende su un’area di oltre 120.000 ettari e ospitando innumerevoli habitat. Qui trovano spazio anche diverse aree protette. Tra queste, c’è la famosa Riserva Marina delle Isole Tremiti. La bellezza dei fondali marini e e grotte naturali, la rendono unica nel suo genere. Nell’entroterra del promontorio si trova, invece, la Foresta Umbra.  Il parco si può esplorare a piedi o in bicicletta. Inoltre, ci sono itinerari ed escursioni sportive, naturalistiche, eno-gastronomiche, storico-artistiche e religiose.

 

Torre Guaceto

L’Area Marina Protetta di Torre Guaceto è famosa per la storia e i grandi panorami, che comprendono delle spiagge di sabbia bianchissima lambite da un mare smeraldino. Dai resti della “Torre” potrete ammirare un panorama eccezionale!

Riserva Naturale Torre Guaceto Puglia

Le saline di Margherita di Savoia

Le saline di Margherita di Savoia sono fra le più grandi d’Europa, e regalano ai visitatori una vista davvero unica al mondo. L’ecosistema particolare della zona vi permetterà anche di fare birdwatching e ammirare specie uniche di uccelli migratori bellissimi, come i fenicotteri rosa.

Grotte di Polignano

Le Grotte di Polignano sono diventate una tappa obbligatoria per per chi viene in Puglia per le sue bellezze naturali. Da non perdere questa meraviglia della natura, unita ad una storia antichissima e alla loro indubbia bellezza.

Parco nazionale dell’Alta Murgia

Il parco nazionale dell’alta Murgia ha un territorio vastissimo, ed è caratterizzato dalla presenza di foreste, reperti antichi e il famoso Castel del Monte.

Foresta Mercadante

La foresta del Mercadante si trova fra Cassano delle Murge e Altamura. Essa rientra nel territorio del Parco dell’Alta Murgia ed è molto importante in quanto racchiude una notevole biodiversità.

Grotte di Castellana

Le Grotte di Castellana sono un’incantevole complesso di grotte e cunicoli che ti regalerà scenari mai visti prima. A seconda del se si è più o meno allenati, si può scegliere il percorso da fare. Infatti, c’è un sentiero più lungo e uno più corto, uno più stupefacente dell’altro.

Puglia Mappa
Le Grotte di Castellana

La Puglia, il Salento, la Taranta e il Tarantismo

La taranta è una danza popolare dell’Italia meridionale. Nella tradizione locale, è collegata ad una patologia, il Tarantismo, che si riteneva essere causata dal morso di ragni. Il termine deriva da taranta o tarantola, nomi comuni di Lycosa tarantula, un ragno diffuso in zone mediterranee. Il termine tarantismo indica propriamente la patologia stessa, che però, in quanto presente solo in quel contesto culturale, è stata considerata una forma di isteria.

La differenza fra “la Pizzica” e la “Taranta”

La pizzica pizzica invece è il ballo, quello per intenderci che si balla in tutte le sagre locali, ed anche alla Notte della Taranta, a Melpignano. Si tratta del più grande e famoso spettacolo di musica popolare salentina. Le movenze richiamano quelle della danza terapeutica che ha origine nel rito di guarigione delle tarantate. Clicca qui per saperne di più.

Federico Laganà, Lezione di tamburello Salentino
Federico Laganà in riva al mare tamburello pizzica

Cosa vedere in Puglia in 7 o 10 giorni

Come puoi vedere, la Regione Puglia ha un territorio vastissimo e tantissimi luoghi da visitare. Ci vorrebbero almeno due mesi per poterla esplorare e viverla tutta! Ma se hai a disposizione una o due settimane, ovviamente occorrerà fare una scelta. Cosa vedere in Puglia in 10 giorni?

  • giorno 1 e 2– Gargano: Peschici, Vieste, Monte Sant’Angelo. La distanza in linea retta tra Peschici (Foggia) e Vieste (Foggia) è 15.34 km, ma la distanza di guida è 23 km. Ci vogliono 21 minuti per andare da Peschici a Vieste. I due borghi sul mare meritano una visita nel centro storico e un bagno nelle fresche acque del mare adriatico. A circa 60 chilometri, si trova Monte Sant’Angelo con il suo Santuario di San Michele, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO, è meta di pellegrinaggi fin dall’epoca delle crociate.

 

  • Giorno 3: Trani. Nella citta d’arte della Puglia, ti consiglio di visitare la Cattedrale Romanica e il Castello Svevo.

 

  • Giorno 4: Bari. Da non perdere la zona di Bari Vecchia e il lungomare. Un giorno è sufficiente per vivere a pieno la sua meravigliosa atmosfera di una volta. Da visitare: Bari Vecchia e Castello Normanno-Svevo. Basilica Cattedrale San Sabino e Basilica San Nicola. Fortino Sant’Antonio. Lungomare e spiaggia.

 

  • Giorno 5 – 6: Valle d’Itria. Ostuni e Alberobello. Le due città più famose della Valle d’Itria, distano solo 45 minuti in auto l’una dall’altra. Ostuni è la “città bianca” per le sue case dipinte di calce. Si tratta di uno dei centri turistici più rinomati della Puglia. Ti consigliamo di fare una lenta passeggiata nelle viuzze caratteristiche del suo centro, per osservare ogni suo incantevole scorcio. E degustare i suoi prodotti tipici in una delle tante caratteristiche trattorie. Alberobello è famosa per le sue tipiche costruzioni, uniche al mondo: i Trulli. Fai un giro tra il Rione Aia Piccola (la zona più autentica e originale) e Rione Monti, dove è presente l’agglomerato più numeroso, i cui trulli oggi sono adibiti a botteghe e negozi.

 

  • Giorno 7: Lecce. “La Firenze del sud”, ormai tutti la conoscono così, per le sue innumerevoli chiese in stile barocco.

 

  • Giorno 8: Otranto. Questo borgo sul mare racchiude in sé un fascino antico, fatto di storia e tradizione. Da visitare il castello Aragonese e la Cattedrale di Otranto con il suo mosaico e le teche che conservano le ossa dei suoi 800 Martiri.

 

  • Giorno 9: Gallipoli. Vale la pena soffermarsi soprattutto nelle Città Vecchia. Ossia, nella parte più antica e autentica di questo borgo sul mare.

 

  • Giorno 10: Santa Maria di Leuca. Una vacanza in Puglia non può che terminare al confine della sua Terra: De Finibus Terrae, come la chiamavano i latini. In questo estremo lembo d’Italia, Fa da sentinella il suggestivo faro su Punta Meliso che fino a Punta Ristola racchiude questa cittadina sul mare in abbraccio. Da visitare, oltre al Faro, il Santuario, il lungomare, il porto e le Ville Ottocentesche.

Cartina Puglia parchi del Salento, Mappa

Puglia Mappa

Anche il Salento è caratterizzato dalla presenza di Parchi Naturali protetti. Perciò, la cartina Salento, è uno strumento importante anche per individuare i punti di interesse naturalistico. Sul versante adriatico, troviamo l’Oasi Protetta dei Laghi Alimini e il Parco Naturale Regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca – Bosco di Tricase. Sul versante ionico, invece, il Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento, il Parco Naturale Regionale Isola di Sant’Andrea e di Punta Pizzo ed infine, il Parco Naturale Regionale Porto Selvaggio e Palude del Capitano.

Visite guidate o in autonomia nei Parchi del Salento

Sono molte le associazioni e le organizzazioni che programmano visite guidate in questi siti. Tuttavia, per ammirare la bellezza dei posti, della natura, della loro flora e fauna, è possibili anche decidere di fare escursioni nei parchi in autonomia. Basta scaricare le rispettive cartine per i visualizzare i percorsi. Munirsi di acqua, se deciderai di visitarli in estate, e via! Sei pronto per partire verso l’esplorazione dei Parchi naturali protetti del Salento.  Clicca qui per saperne di più sui parchi del Salento!

 

 

 

Mappa Puglia strade

Di seguito, ti proponiamo uno stradario della Puglia perché possa servirti da cartina stradale della Puglia, per muoverti in tranquillità seguendo le vie principali di circolazione per raggiungere le principali mete di questa Regione tutta da scoprire. Oppure, puoi sempre cercarla digitando “Google maps Puglia” sul motore di ricerca.

 

Stradario Puglia
Mappa Puglia – Cartina Geografica della Puglia – Stradario Mappa – Le cartine geografiche dell’Italia

Come arrivare in Puglia

Come arrivare in Aereo

l modo più facile e veloce per arrivare in Puglia in aereo è l’aereo, per atterrare nell’aeroporto di Brindisi oppure l’aeroporto di Bari. Una volta atterrato, per raggiungere il luogo di tuo interesse, dove trascorrerai le tue vacanze, puoi noleggiare un’auto. Dopodiché, seguire le indicazioni riportate sullo stradario di Puglia. Inoltre, per spostarsi con i mezzi pubblici , ci sono anche gli autobus di linea che collegano gli aeroporti al centro della città, oltre al servizio privato di taxi.

Come arrivare in Puglia in Treno

I treni per Lecce partono da tutte le maggiori città d’Italia e dell’Europa. Infatti, ci sono sia i treni ordinari, sia i treni ad alta velocità in partenza soprattutto da Roma.
Giunti nel Salento, potrete proseguire il vostro viaggio con le Ferrovie del Sud-est, che collegano tra loro quasi 130 comuni della Puglia.

Come arrivare in Auto in Puglia

Arrivare in Puglia in auto vi permetterà di avere, ovviamente, più autonomia e indipendenza negli spostamenti. Perciò, le principali autostrade che conducono in Puglia, come potrete osservare dallo stradario di Puglia, sono la A14, la Bologna-Taranto e l’A16, detta Dei due mari, che collega Mar Tirreno e mar Adriatico. Essa mette in comunicazione la Campania e la Puglia. Una volta a Bari, quindi dove termina l’autostrada, un sistema di superstrade porterà sino a Lecce. Ossia nella città da cui si potrà facilmente raggiungere ogni altro centro cittadino.

Puglia cartina fisica

Cartina fisica Puglia

Cartina Puglia

 Hai deciso di visitare la Puglia, quindi sicuramente necessiti di una Cartina Puglia. Cosa aspetti? Clicca qui per scaricarla

Mappa Puglia
Mappa Puglia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Esperienze Local

Altre Notizie

Cosa vedere in Puglia
Territorio

Cosa vedere in Puglia

Cosa vedere in Puglia Ormai lo sanno tutti. Ma forse c’è ancora chi si chiede “quant’è lunga la Puglia?”. La Puglia ha oltre 400 chilometri di

Continua »
OFFERTE VACANZE 2022

Cerca la migliore offerta 2022 per la tua prossima Vacanza
scegli di vivere un'esperienza AUTENTICA, Prenota il tuo soggiorno
Booking.com